Argomenti Di Probabilita E Statistica by Rita Giuliano

By Rita Giuliano

Il quantity presenta le nozioni fondamentali del Calcolo delle Probabilit� e della Statistica, così come di solito vengono insegnate nei corsi presenti nelle Lauree Triennali di indirizzo scientifico. los angeles scelta degli argomenti e l. a. loro presentazione rispecchiano l. a. notevole esperienza didattica acquisita dall'autrice, che da molti anni è docente in questo tipo di corsi, e di conseguenza il suo modo di porgere l. a. materia. Il principale obiettivo del testo è quello di aiutare il lettore a padroneggiare los angeles disciplina limitando in keeping with quanto possibile gli strumenti tecnici; ciò dovrebbe consentire advert uno studente, anche di non elevata preparazione matematica, di apprendere comunque senza troppa difficolt� i concetti di base. L'autrice si è soffermata in modo particolare sulle motivazioni che portano advert introdurre le varie nozioni e su alcuni punti che in genere gli studenti trovano di difficile comprensione.

Show description

Read Online or Download Argomenti Di Probabilita E Statistica PDF

Best italian books

Saggi sul Buddhismo Zen

Three : 330 p. , [31] c. di tav. --
(Orizzonti dello spirito ; 24) 2 : 327 p. , [20] c. di tav. --
(Orizzonti dello spirito ; 23)

Extra info for Argomenti Di Probabilita E Statistica

Sample text

Essa fa uso della propriet` a di stabilit` a rispetto alle intersezioni numerabili della σ–algebra A, e non sar` a svolta in questa sede. 5. Supponiamo noto il fatto che ogni insieme del tipo {X ∈ I} `e un evento quando I = (−∞, b] e quando I = {x} (per ogni b e per ogni x). Mostrare che la stessa cosa `e vera per I del tipo (a, b], [a, b), [a, b], (−∞, b), (−∞, b], [a, +∞), (a, +∞). Notazione. Per brevit` a scriveremo semplicemente P (X ∈ I) anzich´e (come sarebbe corretto) P ({X ∈ I}). 6. Sia X una v.

Poniamo, per i = 1, 2, 3, . . ωi = (0, 0, 0, . , 1), i−1volte 34 2 Variabili aleatorie ed inoltre ωδ = (0, 0, 0, . . ). Il significato dei simboli qui sopra `e abbastanza evidente. Notiamo solo che l’evento elementare ωδ pu` o essere espresso a parole dicendo “testa non esce mai”. Porremo dunque Ω = {ωδ , ω1 , ω2 , ω3 , . . }. L’insieme Ω, questa volta non ha cardinalit` a finita, ma `e comunque numerabile, e dunque anche in questo caso prenderemo A = P(Ω). Dobbiamo ora definire la funzione P .

Dimostreremo la prima relazione (la seconda `e analoga). Poich´e F `e una funzione limitata e monotona (per i punti (i) e (ii)), baster` a verificare che lim F (n) = 1. 5) n→∞ n∈N (In generale il fatto che una funzione abbia limite sulla successione dei numeri interi non garantisce che essa abbia limite per x → ∞ , x ∈ R: basta pensare alla funzione F (x) = sin(πx). 5), osserviamo che F (n) `e la probabilit` a dell’evento An = {X ≤ n}. La successione di eventi (An )n∈N `e crescente ed inoltre ∪n∈N An = Ω (verifiche per esercizio).

Download PDF sample

Rated 5.00 of 5 – based on 36 votes